Come faccio a diventarlo?

Se si è interessati a divenire “Volontari della Famiglia”, è importante comprendere il proprio ruolo e il percorrere una strada formativa.

Innanzi tutto chi inizia il percorso è definito “volontario/a in formazione” ed è distinguibile dalla targhetta identificativa.
1) È fondamentale partecipare al colloquio iniziale. Il superamento del colloquio è propedeutico all’inizio del percorso.
2) È obbligatorio effettuare sei mesi di tirocinio (12 incontri dell’Associazione in tutto): le presenze vengono validate sul foglio presenza ogni volta, da parte di un/a “volontario/a anziano/a”. Le assenze massime durante tutto il percorso sono quattro.
Durante ogni incontro, è richiesto al/la “volontario/a in formazione” di assumere un comporta-mento educato e un atteggiamento di ascolto.
3) È obbligatoria la partecipazione al percorso formativo che offre l’Associazione Abbracciami a proprie spese.
4) È obbligatoria la partecipazione e il superamento dell’esame finale.
5) I corsisti che hanno superato l’esame divengono “volontari attivi” e sono abilitati.
6) Il/La “volontario/a attivo/a” deve effettuare 20 servizi domiciliari sotto supervisione di un/a “volontario/a anziano/a”, che darà il suo eventuale benestare per iniziare volontariato attivo.
7) Ogni due anni verrà effettuato un retraining obbligatorio per mantenere il titolo che, altrimenti, decade.
Per ogni informazione aggiuntiva contattaci.